Il progetto

Viste le modeste dimensioni in larghezza della strada, larghezza media pari a 12 m, banchine comprese, e l’esigenza primaria, espressa dalla popolazione residente, di garantire la sicurezza della circolazione pedonale e ciclabile, senza ridurre eccessivamente il numero di posti auto attualmente disponibili per il parcheggio a servizio delle attività commerciali di quartiere e di relazione per le residenze, è stato deciso di realizzare un percorso ciclo-pedonale protetto sul lato est della strada e attrezzare a parcheggio la banchina sul lato ovest, nelle zone più densamente abitate.

In due tratti, compresi rispettivamente tra i numeri civici 519 e 665 e 727 e 811, per una lunghezza complessiva di circa 500 metri su un totale di 4400 metri circa, la larghezza della strada, circa 10 m, non consente la realizzazione della pista ciclabile protetta, verrà comunque realizzato un percorso pedonale protetto della larghezza minima di 150 cm.

Tranne che in alcuni tratti di modesta estensione , per i quali è stata ridotta a 2,4 m la larghezza del percorso ciclo-pedonale, è stato possibile mantenere la larghezza standard anzidetta.

Sul lato ovest è stato possibile quasi sempre prevedere una zona di parcheggio, in corrispondenza delle zone agricole non edificate è stata mantenuta la banchina in terra battuta stabilizzata ed una striscia di prato sul ciglio del fosso, della larghezza minima di 0,80 m.

Come si evince dalla planimetria dello stato attuale la strada presenta un andamento assai irregolare delle dimensioni laterali, sia per quanto concerne la banchina sia per quanto concerne la carreggiata. Con il nuovo progetto di sistemazione è stata data regolarità alla larghezza delle sedi destinate al transito, sia dei veicoli, sia delle biciclette, sia dei pedoni e a quelle destinate alla sosta dei veicoli; le irregolarità sono state assorbite, ove ancora presenti, dalle fasce laterali di verde pubblico che, vista la modesta larghezza e mancanza di continuità, sono state attrezzate a prato.

E’ previsto il risanamento dei marciapiedi esistenti sul lato opposto alla pista ciclabile e il rifacimento del tappeto di usura sulle corsie stradali nell’intero tratto interessato dall’intervento.
In corrispondenza dell’elettrodotto che attraversa la strada all’altezza della centrale ENEL, dove esiste un’area degradata nella zona sottostante alcuni tralicci, è stata prevista un’area a verde, attrezzata con piante di basso fusto ed un parcheggio, nel pieno rispetto delle prescrizioni urbanistiche.
All’incrocio con via Isola del Giglio termina il primo lotto. E’ previsto il completo rifacimento dell’impianto di illuminazione pubblica

I nuovi cordoni che delimiteranno la pista ciclabile e la banchina in corrispondenza del fosso, saranno in calcestruzzo lavato con inerti grigi.
L’area destinata al transito dei cicli sarà realizzata in binder esfoliato con inerti chiari a vista mentre il percorso pedonale sarà in binder.

Le tavole del progetto

©2017 CLD Strade S.r.l. - Credits: 3rd Floor Design / Agenzia della comunicazione

Privacy Policy

Log in with your credentials

Forgot your details?